Ender

Ender’s Game – cast, trama e recensione

Ender
Genere
Avventura, Azione, Fantascienza
Formato
Film
Durata
114 minuti
Distributore
Eagle Pictures
Il nostro Punteggio
8.6

Ender’s Game – Cast

Il film è l’adattamento cinematografico di “Ender’s Game“, romanzo fantascientifico di Orson Scott Card, vincitore del Hugo Award nel 1985. Tra gli interpreti principali del film troviamo:

  • Asa Butterfield: Andrew ‘Ender’ Wiggin
  • Harrison Ford: Colonnello Hyrum Graff
  • Ben Kingsley: Comandante Mazer Rackham
  • Abigail Breslin: Valentine Wiggin
  • Hailee Steinfeld: Petra Arkanian
  • Viola Davis: Maggiore Gwen Anderson

Ender’s Game – Trama

Nel futuro, l’umanità si sta preparando ad attaccare il pianeta nativo di una razza aliena, chiamata Formic, che decenni prima ha attaccato la Terra e ucciso milioni di persone. L’invasione Formic è stata sventata dall’eroico pilota Mazer Rackham (Ben Kingsley), il quale si sacrificò schiantando il suo F-35 contro la nave madre nemica. Nell’attesa della rivalsa nemica, i bambini più dotati della norma vengono arruolati e addestrati dalla Flotta Internazionale per diventare il nuovo esercito per il contrattacco verso i Formic.

Cinquant’anni dopo la vittoria contro i Formic, il cadetto Andrew “Ender” Wiggin (Asa Butterfield) attira l’attenzione del colonnello Hyrum Graff (Harrison Ford) e del maggiore Gwen Anderson (Viola Davis) sulla base della sua attitudine nel combattimento spaziale simulato. A Ender viene rimosso il trasmettitore che ha dietro al collo terminando il suo programma di cadetto. Giunto a casa sua, Ender confida le sue confusioni alla sua sorella maggiore Valentine, prima di essere ulteriormente maltrattato dal suo fratello maggiore Peter. La stessa sera, Graff e Anderson si presentano a casa Wiggin per rivelare che la rimozione di Ender era solo una prova per testare la sua pazienza, ed è stato arruolato alla Scuola di Guerra, situata in una stazione spaziale che orbita intorno alla Terra.

Alla scuola, i cadetti vengono piazzati in squadre ed eseguono giochi di addestramento nella “Sala di Battaglia” a gravità zero. Ender si adatta rapidamente ai giochi, escogitando nuove strategie. Graff promuove Ender mettendolo a capo della squadra dei Draghi, composta da cadetti di cui Ender si fida. Sono sottoposti a battaglie simulate sempre più difficili. In una partita a sorpresa contro altre due squadre, inclusa la squadra di Bonzo, Ender escogita una nuova strategia di sacrificio. Dopo la partita, Bonzo attacca Ender in bagno per averlo umiliato, ma Ender reagisce, e Bonzo cade durante la lotta, rimanendo gravemente ferito dopo avere sbattuto la testa. A seguito dell’incidente, Ender desidera gettare la spugna e lasciare la Scuola di Guerra, ma Graff e Valentine riescono a convincerlo di continuare.

Graff porta Ender e i cadetti alla Scuola di Comando, situata nell’avamposto umano presso il pianeta nativo dei Formic, su un planetoide un tempo di loro appartenenza. Lì, Ender incontra Mazer Rackham, il quale rivela di essersi eiettato dal suo aereo prima di farlo schiantare contro la nave madre dei Formic, scoprendo che gli alieni hanno una natura condivisa vista l’immediata resa a seguito della distruzione nave, che Rackham sospetta contenesse un “Formic Regina”.

Il test finale di Ender è monitorato da diversi comandanti della Flotta Internazionale. All’inizio della simulazione, Ender trova la sua flotta sul pianeta natale dei Formic in inferiorità numerica. Ordina alla maggior parte della sua flotta a sacrificarsi per permettere la vincita. La reazione a catena risultante permette al DM di fare fuoco bruciando la superficie del pianeta, uccidendo l’intera popolazione dei Formic. Ender crede di avere terminato la simulazione finale con successo, ma i comandanti riavviano le schermate video, dimostrando che la distruzione del pianeta dei Formic era reale. Nonostante Graff gli assicuri che sarà riconosciuto come un eroe, Ender è inorridito e indignato, poiché si sente responsabile per l’annientamento di un’intera razza e crede che i Formic abbiano un diverso modo di comunicare.

Con la fine della guerra, Ender è promosso ammiraglio, gli viene data una piccola nave e lasciato in piena libertà. In un ultimo messaggio a Valentine, Ender le confida che sta viaggiando nello spazio profondo, determinato a trovare una nuova casa per l’uovo regina.

Ender’s Game – Recensione

Buona parte del film si concentra proprio sulla tematica a sfondo militare, indugiando sull’addestramento di questa classe di super-dotati, nonché su certe dinamiche innescate dai vari intrecci. Per gli amanti dei ricorsi cinematografici, qui c’è un forte richiamo a Full Metal Jacket e sicuramente anche ad Indipendence Day.

Tuttavia le questioni sollevate sono molteplici. Il maggiore Anderson (Viola Davis) non si capacita infatti del cinismo del Colonnello, apparentemente e clamorosamente dimentico di avere a che fare con dei ragazzini. Il punto è che c’è una guerra imminente da combattere, quindi «bisogna che i giudizi morali vengano rimandati a quando questa sarà finita. E vinta!». Insomma, è davvero tutto lecito in tempo di guerra? Persino che a combatterla siano dei ragazzini, col rischio di rimanerne segnati a vita? Per Graff non ci sono dubbi: senza di loro l’intera nostra specie non avrebbe un futuro; al maggiore, riluttante, non resta che incassare il colpo.

Lungi dal limitarsi al compitino, Ender’s Game rappresenta invece un interessante speculazione nell’ambito di un genere che, per sua natura, deve mettere in discussione più cose possibile. Al suo interno troviamo anche azione, effetti speciali, nonché una certa intensità che esplode in prossimità della fine. Fine su cui qualcuno potrebbe maturare qualche riserva.

Concludendo, è un film apprezzabile su tutti i fronti. Fedele alle premesse, prende le distanze dal mero prodotto dall’attrattiva sin troppo mirata, risolvendosi in un buon film di fantascienza, credibile sia in termini di forma che di contenuto. E se l’idea che una specie aliena che prende il nome di Formic non vi persuade più di tanto, sappiate che tale razza resta una sorta di chimera praticamente per tutto il film.

Ender’s Game – Trailer

Ender
Ender’s Game – cast, trama e recensione
Conclusione
Bella colonna sonora (Steve Jablonski), notevoli scenografie realizzate con profusione di computer graphic ed 1 candidatura ai Critics Choice Award (Miglior giovane interprete ad Asa Butterfield), rendono questo film davvero piacevole alla visione.
Effetti Speciali
9
Trama
8.5
Ambientazione
8.5
Recitazione
8.5
Reader Rating1 Vote
8.7
Positivo
Notevoli scenografie realizzate con profusione di computer graphic
Bella colonna sonora (Steve Jablonski)
Negativo
Il film cerca di trattare troppi temi differenti in troppo poco tempo
8.6

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Effetti Speciali
Trama
Ambientazione
Recitazione
Final Score

Altre storie
Playstation 4 - PS VR Mk4 + Camera + Gioco VR Worlds (Voucher) - Bundle Fisico
Playstation 4 – PS VR Mk4 + Camera + Gioco VR Worlds (Voucher) – Bundle Fisico